Il mercato delle obbligazioni Green e Tematiche

12 Dec Il mercato delle obbligazioni Green e Tematiche

Impact Insights #12 – London, December 2017


Rodolfo Fracassi, Managing Director

Enrico Lo Giudice, Research Associate

In questa edizione della newsletter analizzeremo uno strumento in continua crescita nel mondo degli investimenti sostenibili e ad impatto: le obbligazioni tematiche. Gli investitori istituzionali e retail possono accedere a tale tipologia di strumento investendo in fondi tematici obbligazionari e misti, il cui mercato è in continua crescita.

Le obbligazioni tematiche sono tradizionali strumenti finanziari e come il nome stesso indica, questa tipologia permette agli investitori di finanziare tematiche peculiari quali il cambiamento climatico, la salute, il cibo, l’istruzione, l’accesso ai servizi finanziari e all’housing sociale. Una riprova della costante crescita del settore è data dalla dimensione di obbligazioni emesse nel 2017 che hanno raggiunto circa USD 700 miliardi. All’interno di questa categoria di obbligazioni, le più diffuse sono i “Green Bonds”, i “Social Bonds” ed i “Sustainability Bonds”.

I green bond sono obbligazioni il cui capitale raccolto è destinato a finanziare progetti nell’ambito ambientale, come ad esempio le energie rinnovabili, la prevenzione dall’inquinamento e la salvaguardia del territorio. Secondo i dati rilevati da Climate Bond Initiative, a partire dal 2015 le emissioni globali di green bond sono cresciute esponenzialmente passando da 43,2 miliardi di dollari nel 2015 a 81,6 nel 2016, con l’aspettativa di raggiungere 130 miliardi di dollari entro la fine del 2017 (a fine novembre 2017 hanno già superato i 100 miliardi di dollari). A livello globale, i tre paesi ad emettere più obbligazioni green sono stati Francia, Cina e Stati Uniti. I principali emittenti di Green Bonds sono corporates, banche internazionali di sviluppo e autorità locali pubbliche.

Tra le aziende che hanno emesso recentemente Green Bonds troviamo Iberdrola, HSBC, Orsted, Barcalays e Engie, mentre nel panorama italiano troviamo Intesa Sanpaolo, Enel, Hera, Alperia e Ferrovie dello Stato. Le principali banche di sviluppo che hanno emesso green bonds sono la European Investment Bank, la World Bank, la European Bank for Reconstruction and Development, l’International Finance Corporation, l’African e l’Asian Development Bank. Per concludere, Polonia, Francia e Isole Fiji sono entrate nel mercato con le prime obbligazioni green sovrane, mentre gli Stati Uniti hanno emesso numerosi green bond tramite autorità locali per aiutare le città e le comunità locali a rafforzare la lotta contro i cambiamenti climatici e promuovere la transizione verso le energie rinnovabili.

Proseguendo nel panorama delle obbligazioni tematiche menzioniamo i Social Bonds, ovvero obbligazioni emesse con il fine di realizzare progetti di sviluppo sociale. Sino ad oggi, l’ammontare emesso è pari a 5 miliardi di dollari. Lo scorso 2 Giugno, l’International Capital Market Association ha disciplinato questa categoria attraverso la pubblicazione dei Social Bonds Principles, prevedendo un accurato processo di valutazione e selezione di progetti, gestione dei proventi, attività di reporting e revisione esterna. In generale, questo tipo di obbligazioni riguarda: infrastrutture di base, accesso ai servizi essenziali, abitazioni economiche accessibili, creazione di posti di lavoro tramite finanziamenti e micro finanziamenti alle PMI, sicurezza e igiene alimentare ed infine il progresso e rafforzamento socio economico. A titolo meramente esemplificativo, i soggetti target sono comunità che vivono al di sotto della soglia di povertà, popolazioni e/o comunità estromesse e/o emarginate, categorie vulnerabili, tra le quali quelle colpiti da calamità naturali, persone disabili, migranti e/o sfollati, analfabeti, comunità meno abbienti e disoccupati. Tra i principali emittenti citiamo l’organizzazione internazionale IFFIm, l’olandese BNG, la messicana Nacional Financiera e la spagnola Kutxabank. Queste obbligazioni hanno finanziato rispettivamente l’accesso ai vaccini e cure primarie (IFFIm) e progetti di housing sociale (BNG, NF, Kutxa).

L’Italia si è resa protagonista nel mercato dei Social Bonds tramite l’obbligazione social recentemente emessa da Cassa Depositi e Prestiti. CDP, tramite la sua piattaforma di liquidità, finanzia banche membri dell’ABI (Associazione Bancaria Italiana), che a loro volta finanzieranno PMI operanti in aree depresse e/o terremotate. Seguendo questi criteri, le regioni comprese per il loro PIL pro capita sono quelle meridionali, partendo dalla regione Lazio, mentre per le aree terremotate sono comprese Emilia Romagna, Umbria e Marche.

Per concludere, in aggiunta ai green e social bonds troviamo i cosiddetti Sustainabilty Bonds, ovvero quelle obbligazioni che finanziano sia progetti green che social. Ad oggi essi rappresentano la categoria meno utilizzata, anche se l’interesse da parte degli investitori sembra crescere a ritmi costanti, come dimostrano le recenti emissioni da parte di City of Paris e Development Bank of Japan.

 

 

Legal Disclaimer

This material is provided at your request for information purposes only and does not constitute a solicitation in any jurisdiction in which such a solicitation is unlawful or to any person to whom it is unlawful. Opinions expressed in this document are current opinions as of the date appearing in this material only. All data, number and figures in this document are to be considered as purely indicative. There is no guarantee that sales and assets figures presented in this document will be reached. There is no guarantee that data, figures and information provided in this document are authentic, correct or complete. Neither MainStreet Capital Partners ltd, nor its affiliates and employees are liable for any damage, direct or indirect, losses or costs caused by any incorrectness or incompleteness of this document.

Information provided only for illustrative purposes, the same do not represent an incentive or promotion to the instruments presented. Past returns do not guarantee future yields. This document is strictly confidential.

MainStreet Partners

FCA Reference Number 548059

Niddry Lodge, 51 Holland Street

Tel: +44(0)2037619761

W8 7JB, London

info@mspartners.org